Cronaca

Confiscati 4 milioni di euro ad un imprenditore

Dalle indagini della Direzione investigativa antimafia, avviate nel 2010, sarebbero emersi i reati di usura dell'imprenditore

di Sergio Randazzo -

Dopo la condanna definitiva per usura, la Direzione Investigativa antimafia ha confiscato beni per 4 milioni di euro a un imprenditore di Enna. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Caltanissetta e fa seguito al sequestro eseguito nel 2019, su proposta del direttore della Dia. Dalle indagini della Direzione investigativa antimafia, avviate nel 2010, sarebbero emersi i reati di usura dell’imprenditore e la fitta rete di complicità di cui godeva nell’ambito della criminalità ennese. Fatti per cui nel 2017 è stato condannato in primo grado, con sentenza divenuta definitiva nel 2022 dopo la pronuncia della Corte di Cassazione


Torna alle notizie in home