Cronaca

Giocattoli non a norma, la GdF ne sequestra 30mila a Vizzini in un negozio cinese

Al termine delle attività, l'esercente è stato segnalato alla Camera di Commercio del Sud-Est Sicilia per la successiva irrogazione di una sanzione amministrativa

di Sergio Randazzo -

Giocattoli pericolosi

Circa 30mila giocattoli per bambini non conformi a norme di sicurezza e di qualità del prodotto sono stati sequestrati da militari della guardia di finanza della compagnia di Caltagirone. Il provvedimento è stato adottato dopo un’ispezione a una ditta individuale gestita da un cinese a Vizzini e riguarda, tra l’altro, macchinine, giochi ad acqua, pupazzetti, bambole, pistole e costruzioni. Il controllo era stato eseguito nell’ambito del dispositivo del comando provinciale della guardia di finanza di Catania di contrasto a condotte illecite di contraffazione di marchi e brevetti, di immissione in commercio di prodotti non sicuri, di falsa o fallace indicazione dell’origine o della provenienza delle merci. Al termine delle attività, l’esercente è stato segnalato alla Camera di Commercio del Sud-Est Sicilia per la successiva irrogazione di una sanzione amministrativa, mentre i prodotti non sicuri sono stati posti in sequestro amministrativo e ritirati dal mercato per tutelare la sicurezza dei consumatori e la leale concorrenza di mercato.


Torna alle notizie in home