Attualità

Un’intera città si è mobilitata in aiuto del piccolo Giuseppe

di Sergio Randazzo -

Un appello e poi la grande sensibilità dei modicani in aiuto del piccolo Giuseppe, per dargli una speranza. E la città di Modica ha risposto come meglio poteva. Anche allo stadio ieri pomeriggio, i tifosi hanno voluto manifestare la loro vicinanza alla famiglia di Giuseppe avviando allo stadio Vincenzo Barone, in occasione della partita Modica Rocca Acquadolcese una raccolta fondi, tramite la vendita di gadget della società rossoblu. Dallo scorso 25 ottobre ad oggi, oltre 60 mila euro, somma necessaria a ricoprire sia le spese per la terapia che per il trasporto. La storia di Giuseppe, è ormai conosciuta amolti, un piccolo grande guerriero che sta combattendo da tanto tempo, con un male difficile anche solo da pronunciare per un bambino ma soprattutto difficile da accettare. Mamma Chiara e papà Alessandro, porteranno Giuseppe in Austria dove esiste un centro all’avanguardia che grazie alla radioterapia a protoni potrebbe alleviare il suo dolore ma anche diminuire la massa tumorale, due condizioni che forse non lo salveranno ma che certamente gli consentiranno di vivere meglio. Un’itera città che si è stretta alla famiglia di Giuseppe senza conoscere barriere. Anche la madre di Giuseppe ha voluto ringraziare con un post tutti coloro che hanno dimostrato grande solidarietà alla storia di Giuseppe. “Desidero ringraziare di cuore da parte di nostro figlio Giuseppe e della mia famiglia tutti coloro che hanno contribuito affinché il viaggio in Austria per effettuare il trattamento di radioterapia a protoni si realizzi. Siamo commossi per la vostra partecipazione”. Queste le sue parole


Torna alle notizie in home