Notizie

Manovra, cancellato il credito d’imposta

Il commento del presidente del comitato del Mezzogiorno dei giovani imprenditori di Confindustria

di Sergio Randazzo -

“Cancellato con un colpo di spugna il credito d’imposta per il Mezzogiorno. Sfuma la proroga del credito d’imposta per gli investimenti al Sud”. Così il presidente del comitato del Mezzogiorno dei giovani imprenditori di Confindustria, Umberto Barreca, insieme ai presidenti di Campania Vittorio Ciotola, Sardegna Roberto Cesaraccio, Puglia Alessio Nisi, Sicilia Gianluca Costanzo ed il neoeletto presidente della Basilicata Domenico Lorusso. “Era uno strumento utile a stabilizzare il sistema produttivo nel mezzogiorno – aggiunge Barreca – Una mano tesa da parte dello Stato verso le imprese che invogliava gli imprenditori ad investire al Sud. La legge di Bilancio 2021 aveva prorogato il bonus investimenti in beni strumentali nel Mezzogiorno al 31 dicembre 2022. Ma oggi, tutto è a rischio”. “Il regime di aiuti che premia le imprese – evidenzia – che acquistano macchinari, impianti e attrezzature destinate a strutture produttive nuove o esistenti, garantendo un credito di imposta, liquidità immediata mediante compensazione in F24, rappresentava un vero aiuto verso le aree del Sud svantaggiate. Purtroppo però – conclude – questo sistema di agevolazioni non è stato inserito nella legge di bilancio 2023”.


Torna alle notizie in home