Notizie

Caso Denise Pipitone, i genitori a Messina Denaro: “Se sai dov’e aiutaci a trovarla”

"Metti fine al nostro calvario"

di Sergio Randazzo -

Piera Maggio e Pietro Pulizzi

“Chiediamo allo Stato italiano, ai magistrati che se ne prenderanno carico, dopo tutti gli accertamenti e le doverose domande di rito al boss Matteo Messina Denaro, che qualcuno cortesemente chieda al boss, se in qualche modo ha avuto notizie sul sequestro di nostra figlia Denise”. A dirlo sono Piera Maggio e Pietro Pulizzi, i genitori di Denise Pipitone, la bimba sparita nel nulla l’1 settembre del 2004 a Mazara del Vallo, nel Trapanese. “Ci appelliamo a dei sentimenti forse assopiti, al vero senso dell’essere un genitore amorevole – dicono -. Stato, magistrati, chiedete al boss Matteo Messina Denaro, se sa dov’è la nostra Denise. Noi siamo convinti che se decidesse di fornire la risposta alla nostra domanda, metterebbe fine al nostro calvario”. (Loc/Adnkronos)


Torna alle notizie in home