Caltanissetta

Picchia la compagna incinta, arrestato un 25enne

Un clima terribile di violenze

di Emiliano Di Rosa -

I carabinieri della stazione di Sommatino, in esecuzione di un’ordinanza del gip di Caltanissetta Valentina Balbo, hanno arrestato un 25enne di Riesi, per i reati di maltrattamenti in famiglia, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo avrebbe offeso e picchiato la compagna incinta e avuto comportamenti aggressivi anche nei confronti dei propri familiari. In più si sarebbe scagliato contro gli arredi di casa distruggendoli. Un clima terribile di violenze: l’apice il 29 luglio scorso con minacce e ingiurie anche nei confronti dei carabinieri. Quel giorno infatti, mentre la donna in gravidanza era stata trasportata al pronto soccorso a seguito di una lite con il 25enne, il giovane improvvisamente era arrivato all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e colpendo le porte le porte d’ingresso aveva preteso di vedere la compagna. Contro quest’ultima aveva anche gridato «Ti ammazzo». A quel punto erano intervenuti i carabinieri. La furia dell’uomo non si era fermata nemmeno davanti agli uomini dell’Arma fino ad essere ammanettato e condotto in caserma. I carabinieri nel corso delle indagini hanno ricostruito i vari episodi di violenza che la compagna dell’uomo e i familiari di quest’ultimo avevano subito nel tempo. Per il 25enne dunque è stata disposta un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.


Torna alle notizie in home